Cronaca

Napoli: accoltella 21enne e si autodenuncia ai Carabinieri, 16enne arrestato

Il 16enne ha fermato una gazzella dei Carabinieri dichiarando di avere inferto dopo una lite diverse coltellate ad un 21enne

Ha accoltellato un 21enne, figlio di un soggetto ritenuto legato alla camorra e si autodenuncia ai carabinieri per paura di una ritorsione.

È successo ad Ercolano nella notte scorsa, dove un 16enne ha fermato una “gazzella” dei militari e dichiarato di avere inferto, dopo una lite per motivi in corso di accertamento, diverse coltellate a Francesco Salomone, 21enne residente nel quartiere San Giovanni a Teduccio di Napoli, figlio di Giovanni Salomone, per gli investigatori affiliato al clan D’Amico di Ponticelli, attualmente detenuto e coinvolto nel cosiddetto “omicidio dello zainetto“.

Si autodenuncia dopo aver accoltellato il figlio di un ras

Il 16enne reo confesso, anch’egli residente nel quartiere San Giovanni a Teduccio, dopo gli accertamenti, è stato arrestato dai carabinieri di Poggioreale con l’accusa di tentato omicidio. Il 21enne si è recato intorno all’una e mezza di oggi nel pronto soccorso dell’Ospedale del Mare di Ponticelli, con diverse ferite d’arma da taglio alla pancia.

Li il giovane è stato sottoposto a un intervento chirurgico. Adesso è ricoverato ma non in pericolo di vita, la prognosi resta è seria: “ferita lacero-contusa nella zona epigastrica con interessamento del fegato”.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto