Cronaca

Terrore ad Acerra, spari durante un corteo funebre, i presenti scappano via: arrestato

Terrore ad Acerra dove sono stati registrati spari durante un corteo funebre e un fuggi fuggi generale dei presenti spaventati. Il video di quanto avvenuto è stato mandato a Borrelli che lo ha ripostato sui social e denunciato l’accaduto.

Acerra, spari e panico durante un corteo funebre

Come si nota nel filmato arrivato e pubblicato dal deputato Francesco Emilio Borrelli, sembra che durante un corteo funebre siano stati sparati dei colpi di pistola (non è chiaro se si tratti di una vera e propria arma o se a salve) che hanno provocato il panico generale tanto da indurre i presenti a mettersi al riparo.

“Abbiamo inviato il filmato alle forze dell’ordine chiedendo informazioni su questo episodio e di indagare trovando i folli pistoleri” – commentano Borrelli e il portavoce locale del Sole che Ride Rosario Visone – “Più passa il tempo e più sembra di essere nel Far West. Troppe armi in circolazione, troppi balordi e criminali che sparano all’impazzata sulla folla e su persone innocenti. Prima che ci scappi il morto, prima di una tragedia, lo ribadiamo da tempo, si intervenga per reprimere quota donata di criminalità”.

Arrestato il pistolero

Nel pomeriggio di ieri, mercoledì 27 settembre, gli agenti durante il servizio di controllo del territorio sono intervenuti in via Niccolò Paganini dove, a seguito di una segnalazione di una sparatoria, dove hanno rinvenuto alcuni bossoli calibro 9×21.

In quei frangenti si stava svolgendo il funerale del giovanissimo Mauro Aniello Tufano nella chiesa di San Giuseppe. Poco dopo è stata segnalata la presenza di un uomo, sottoposto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico per reati in materia di stupefacenti, al pronto soccorso della clinica Villa dei Fiori dove si era recato per dolori addominali.

Grazie alle immagini dei sistemi di videosorveglianza presenti in zona, hanno accertato che l’uomo aveva raggiunto il luogo in sella ad uno scooter ed ha esploso dei colpi di pistola in aria per poi darsi alla fuga.

Per questo il 23enne di Marcianise è stato arrestato per evasione, porto e detenzione illegale di arma da fuoco aggravato dal metodo mafioso.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio