Cronaca

Alfredo Romeo, respinto il ricorso: resta ai domiciliari

NAPOLI. L’imprenditore Alfredo Romeo resta agli arresti domiciliari. La decisione arriva dal tribunale del Riesame che ha respinto il ricorso presentato dagli avvocato Francesco Carotenuto e Alfredo Sorge.

Alfredo Romeo è accusato di corruzione nell’inchiesta sui rapporti fra il gruppo da lui guidato e le pubbliche amministrazioni. L’inchiesta è condotta dai pm Henry John Woodcock, Celeste Carrano e Francesco Raffaele.

Al filone che coinvolge l’imprenditore Alfredo Romeo è legata anche l’inchiesta che ad inizio novembre provocò un terremoto ai vertici dirigenziali dell’ospedale Cardarelli. Il manager Ciro Verdoliva, in quell’occasione, fu arrestato e sospeso dal suo ruolo per poi tornare in libertà lo scorso 24 novembre.

Articoli correlati

Back to top button