Cronaca

Asse Mediano, automobilisti assaliti dai rapinatori: girano su scooter armati di pistola

Gli automobilisti sono stati assaliti nei tratti di Scampia e Grumo Nevano

Continuano le razzie dei rapinatori sull’Asse Mediano, tra Scampia e Grumo Nevano. In sella agli scooter con caschi integrali e armati di pistola, i malviventi affiancano la macchina mostrando l’arma e si fanno consegnare soldi, smartphone e altri oggetti preziosi.

Rapinatori sull’Asse Mediano, l’intervento di Borrelli

I cittadini non possono essere lasciati alla mercé dei criminali. Incolonnati nel traffico, sono costretti a subire anche rapine a mano armata, il premio dopo una giornata di lavoro. Si installino senza tergiversare telecamere di sicurezza e, dato il fenomeno in forte crescita, si presidi la superstrada della città metropolitana di Napoli con posti di blocco delle forze dell’ordine per combattere le sempre più frequenti scene da Fra West. Bisogna necessariamente agire”.

Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde che ha accolto le testimonianze di due automobilisti sotto choc.

Il racconto delle vittime

Venerdì alle ore 19:00 all’altezza di Scampia due ragazzi su uno scooter SH con casco integrale nero si sono avvicinati a una Range Rover che mi stava di fianco, anche essa imbottigliata nel traffico, derubando il conducente mostrando la pistola e generando terrore in tutti noi. Dopo 10 minuti erano sulla corsia opposti in cerca della prossima vittima. Sono ancora terrorizzata e purtroppo non mi sento protetta”, ha detto un primo testimone.

Ieri alle 18:30 a 500 mt dall’uscita di Grumo Nevano, due individui in sella allo scooter con casco integrale mi hanno affiancato mentre ero fermo nel traffico ha denunciato Rino Strazzullo segretario Uiltucs. Con il calcio della pistola hanno rotto il vetro della vettura, lato passeggero, e portato via portafogli e orologio di valore. Per oltre 25 minuti ho chiamato il 112 e il 113 ma nessuno ha risposto. Giunto presso la caserma dei carabinieri di Aversa ho ricevuto una grande assistenza, e per questo gli sono grato in quanto ero molto spaventato”.

Articoli correlati

Back to top button