Cronaca

Duplice aggressione a Brusciano, la solidarietà del sindaco

Brusciano, dipendente del Comune aggredito da un imprenditore. Purtroppo, ha ricordato D'Amore, "si tratta di un fenomeno in crescita"

Un dipendente del Comune di Brusciano è stato brutalmente aggredito. Si è aperto con una ferma condanna contro la violenza del sindaco Giacomo Romano, il consiglio comunale di Brusciano, comune della provincia di Napoli teatro di una duplice aggressione ai danni di un funzionario comunale.

Vittima di offese e percosse da parte di un imprenditore “scontento”, è stato il responsabile del servizio urbanistico: il primo episodio, solo verbale, è avvenuto negli uffici del Comune, il seconda, con pugni e schiaffi, in strada.

Brusciano, dipendente del Comune aggredito da imprenditore “scontento”

Voglio esprimere con forza e determinazione – ha detto il primo cittadino – la massima solidarietà nei confronti di Gaetano D’Amore, oggetto di una vile aggressione in strada. Questa amministrazione e, in particolare, questo sindaco, stigmatizzano in modo inequivocabile atteggiamenti di violenza, incompatibili con uno Stato democratico, irriguardosi della persona e del suo ruolo. I dipendenti comunali svolgono una funzione che è anche una missione. Consentono alla città di essere amministrata e nessuno deve mai commettere attivi così gravi”.

Purtroppo, ha ricordato D’Amore, “si tratta di un fenomeno in crescita, oggetto di valutazioni parlamentari, in particolare da parte di una commissione monocamerale costituita “ad hoc”, e, ha annunciato Romano, anche da parte del consiglio comunale”.

Articoli correlati

Back to top button