Cronaca

Capostazione della Circumvesuviana morto alla stazione Botteghelle, la vittima è Salvatore Brancaccio

L'uomo, 40 anni, era originario di Torre del Greco

Capostazione della Circumvesuviana morto alla stazione di via Botteghelle, la vittima è Salvatore Brancaccio, 40 anni, originario di Torre del Greco. Il cordoglio del segretario della Cisl “Auspichiamo che venga fatta chiarezza, ci associamo al dolore delle famiglie”.

Capostazione morto alla Circumvesuviana di via Botteghelle:  vittima Salvatore Brancaccio

Un capostazione dell’Eav di 40, Salvatore Brancaccio, anni ha perso la vita in un incidente sul lavoro, avvenuto in via Botteghelle a Napoli. Insieme a lui è rimasto ferito anche un altro operaio, che ora è ricoverato in ospedale

L’incidente

Secondo una prima ricostruzione in zona, dove c’è un’area di smistamento dei convogli della Circumvesuviana, si stava procedendo ad una operazione di bonifica e pulizia. Opera affidata ad una ditta esterna all’Eav, l’Ente Autonomo Volturno che si occupa anche di trasporto pubblico. Il camion, che era fermo, per cause ancora in corso di accertamento, ha preso la corsa travolgendo alcune persone che erano dinanzi, tra cui Salvatore.

Cordoglio

“L’incidente verificatosi nella stazione ferroviaria Eav di Botteghelle, in cui è deceduto un giovane capostazione e un collega operatore delle pulizie è rimasto gravemente ferito, ci provoca profonda tristezza e grande preoccupazione. Auspichiamo che venga fatta chiarezza su quanto accaduto al piu’ presto e ci associamo al dolore delle famiglie dei lavoratori rimasti vittime dell’ennesima tragedia sul luogo di lavoro. La sicurezza resta una priorità da garantire, occorre maggiore impegno da parte di tutti i soggetti che hanno competenza in materia”, così in una nota, Alfonso Langella, segretario generale della Fit Cisl Campania.

Articoli correlati

Back to top button