Cronaca

Killer, pusher e vedette: il clan di Maria Licciardi a Napoli, un esercito da 100 affiliati

Numeri da media impresa italiana

Killer, pusher e vedette: il clan di Maria Licciardi a Napoli, un esercito da 100 affiliati. Lo stesso numero di dipendenti di un’azienda medio-grande, una di quelle realtà imprenditoriali che hanno consentito il boom del miracolo italiano.

Killer, pusher e vedette: il clan di Maria Licciardi a Napoli

Come riporta “Il Mattino”, cento affiliati, o giù di lì, sempre a disposizione, persone a cui versare uno stipendio ogni mese e da cui pretendere una prestazione di opera: c’è chi spaccia, chi si occupa dei falsi, chi consuma minacce, chi fa estorsioni, chi – salendo di livello in una sorta di gerarchia criminale – partecipa all’organizzazione di agguati e commette omicidi.

Un clan da cento e passa affiliati, quello di Maria Licciardi, secondo quanto sta emergendo dalle carte degli arresti della presunta madrina della cupola camorristica napoletana. Numeri da media impresa italiana, che mostrano le radici di un gruppo criminale capace di rigenerarsi nel corso di almeno quattro decenni, a dispetto di arresti, condanne, blitz e sequestri.

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button