Cronaca

Disabile decide di cambiare sedia a rotelle con il rimborso dell’Asl ma gli viene chiesta una quota di 4500 euro

Christian è affetto da una grave malattia degenerativa e vive su una sedia a rotelle. Quando decide di cambiarla, potendo usufruire del rimborso totale dell’Asl, va in un negozio di Napoli. Ma il titolare gli chiede di integrare la quota dell’Asl con 4500 euro.

Disabile decide di cambiare carrozzina ma viene truffato

Christian è un ragazzo di 27 anni e vive a Capri. Soffre di una malattia grave e rara, l’atrofia muscolare spinale. Ma quella stessa carrozzina, che Christian deve sostituire e il cui modello nuovo costa 20mila euro, è stata la causa di una tentata truffa da parte di alcuni furbetti che vorrebbero approfittarsene.

Christian infatti si è recato presso una sanitaria napoletana per comprare un nuovo modello della sua carrozzina, potendo contare su un rimborso totale da parte dell’Asl. Ma il titolare di quell’esercizio commerciale sarebbe stato chiaro con lui: “Io non ho proprio interesse di fornire la carrozzina”. E questo perché il ragazzo si sarebbe rifiutato di pagare un extra non previsto e non dovuto.

“L’azienda nostra ci deve guadagnare il suo, questo qua è il succo”, avrebbe spiegato il tecnico ortopedico a Christian quando il ragazzo è andato nel negozio per comprare la carrozzina nuova.

Quando Christian dice che vuole annullare l’ordine e spiega di volerla acquistare altrove, l’uomo si sarebbe pure rifiutato di restituire al ragazzo la documentazione che serve all’Asl per permettergli di comperare la carrozzina altrove.

L’intervento delle Iene

Solo grazie all’intervento delle Iene e dopo diverse discussioni, Christian è riuscito a rientrare in possesso della sua documentazione per potersi rivolgere ad un altro negoziante nell’acquisto di una nuova carrozzina.

 

Articoli correlati

Back to top button