Cronaca

Lavoro in nero a Nola: chiusi quattro locali della movida

Lavoro in nero a Nola: chiusi quattro locali notturni. I carabinieri della locale compagnia hanno trovato 33 lavoratori non in regola.

Sigilli ai locali della movida per lavoro in nero: succede a Nola

Da ieri sera fino alla notte, i carabinieri della compagnia di Nola hanno battuto il territorio della città, in particolare il centro, per garantire il rispetto delle regole nei luoghi della movida e per contrastare il lavoro sommerso.

Con i colleghi del nucleo ispettorato del lavoro e del Nas hanno controllato 8 noti bar, pub, pizzerie e ristoranti nel pieno centro.

Quattro di quelle attività sono state sospese per l’impiego lavoratori a “nero” in percentuale superiore al 20% rispetto al totale dei dipendenti; una è stata sospesa per le scarse condizioni igienico-sanitarie del deposito di alimenti. In riferimento al lavoro sommerso è venuto fuori che su 33 lavoratori controllati nel complesso 15 sono risultati a “nero” e 18 irregolari, ovvero inquadrati con un contratto ma con retribuzioni non tracciabili.

Proprio per impiego di lavoratori non in regola in una sola serata sono state comminate sanzioni amministrative per oltre 88mila euro.

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button