Curiosità

Giugliano, arriva il murales di Jorit dedicato a Giancarlo Siani

Un murales in memoria di Giancarlo Siani nel comune di Giugliano. É questa l’ultima opera di Jorit, artista napoletano che da tempo riprende nella provincia di Napoli e non solo i volti di alcune icone del passato.

Murales di Giancarlo Siani a Giugliano, le parole di Jorit

Siani era, è, molto più di un simbolo della lotta per la legalità. Per me, e per molti altri che continuano a fare con coscienza e con passione il loro mestiere, quello di giornalista, è soprattutto un giovane uomo ucciso perché faceva il suo lavoro di cronista.

Da “abusivo”, da precario. Senza privilegi, tutele e protezioni. Costretto, come molti suoi colleghi di ieri e di oggi, a rinunciare spesso ai propri diritti pur di inseguire il proprio sogno. Io non vedo molta differenza tra un operaio che muore a nero su un cantiere e un giornalista precario che muore per un’inchiesta. In entrambi i casi la loro morte non sarà responsabilità di nessuno. Perciò il lavoro e la lotta per il lavoro devono essere alla base di tutto, Sempre”.

Chi era Giancarlo Siani

Napoletano nato il 19 settembre del 1959, Giancarlo Siani fu un giornalista ucciso dalla Camorra nella sua stessa città di nascita il 23 settembre del 1985.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button