Cronaca

A Napoli sequestro da un milione per imprenditore del clan

Beni per un milione di euro sono stati sequestrati dalla Dia di Napoli a un affiliato condannato in quanto ritenuto affiliato al clan Lo Russo di Napoli. Il decreto è stato emesso su richiesta congiunta del procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Napoli e dal direttore della DIA.

Napoli, sequestro da un milione all’imprenditore del clan

Le autorità hanno sequestrato due società attive nel settore commerciale, sei beni immobili, numerosi oggetti preziosi e rapporti finanziari per un valore complessivo stimato intorno a un milione di euro. Le indagini, dirette dalla Direzione Distrettuale Antimafia (DDA) di Napoli, hanno rivelato il ruolo chiave dell’indagato, che, di fatto, gestiva un’azienda di riferimento per un noto clan criminale. Questa gestione permetteva all’organizzazione di diversificare i propri investimenti, specialmente nei settori degli appalti di servizi presso la Pubblica Amministrazione.

Il coinvolgimento dell’azienda nei reati contestati ha facilitato l’espansione e il rafforzamento economico del clan, attraverso la manipolazione e il controllo di appalti pubblici. L’operazione rientra in un ampio piano di contrasto alle attività economiche della criminalità organizzata, mirato a sottrarre risorse finanziarie e beni materiali che alimentano le attività illecite e il potere dei clan.

Annalisa Barra

Annalisa Barra, giornalista del network L'Occhio, è esperta di comunicazione, scrittura Seo, social media e copywriting.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio