Cronaca

Napoli, terremoto: il Comune non ha una mappa degli edifici a rischio

NAPOLI. Il Comune di Napoli non ha la minima idea dello stato di salute dei palazzi della città e della possibilità che resistano a un terremoto.

Comune di Napoli impreparato in caso di evento sismico

Palazzo San Giacomo ha varato, nel rispetto delle norme regionali, un «Piano comunale di emergenza di protezione civile per il rischio sismico». Quel documento contiene le procedure che ogni parte della pubblica amministrazione deve seguire solo in caso di scossa.

Ci sarebbe anche una parte di lavoro da eseguire prima di un evento sismico e sarebbe, appunto, la verifica degli edifici della città per conoscere la vulnerabilità sismica di ognuno dei palazzi. Bisognerebbe farlo innanzitutto perché lo richiede quella stessa norma regionale che ispira il piano di emergenza, ma anche perché le verifiche preventive servono a suggerire (o imporre) lavori di messa in sicurezza che possono evitare danni o, peggio ancora, tragedie.
La deliberazione della Giunta, sul punto specifico, è precisa e non si presta a incomprensioni lessicali: «… per quanto riguarda lo studio di vulnerabilità l’amministrazione non dispone, allo stato attuale, dei dati richiesti dalle linee guida regionali, neanche in maniera semplificata, ovvero in minima misura e per ristrette e determinate categorie di edifici»

Articoli correlati

Back to top button