Cronaca

Napoli, violento con la compagna incinta, l’Ufficio Immigrazione lo rimpatria

NAPOLI. Violento con la compagna incinta, l’Ufficio Immigrazione lo rimpatria. È successo ieri mattina con la “spedizione” di un cittadino polacco nel suo territorio.

Napoli, violento con la compagna incinta, viene rispedito a casa

L’ufficio Immigrazione nella giornata di ieri ha proceduto all’allontanamento dal territorio cittadino di un polacco, M. M. T., di anni 31. Quest’uomo era destinatario di un decreto di allontanamento dallo Stato Italiano, emesso dal Prefetto di Napoli lo scorso dicembre. Il cittadino polacco infatti era già stato arrestato a febbraio 2016 e condannato a due mesi e dieci giorni di reclusione per maltrattamenti in famiglia. All’epoca dei fatti la compagna era incinta. Il messaggio però sembra non essere arrivato.



I suoi comportamenti

L’uomo, dopo aver scontato la pena, reiterava dei comportamenti violenti ed ostili contro la ex compagna tanto a spingerla ad un ammonimento nei suoi confronti. Considerato lo stato di pericolo dovuto alle continue aggressioni e dietro sollecitazione del Commissariato di Nola, sono state attivate tutte le procedure per il rimpatrio dell’uomo.

Terminate le formalità di rito e convalidato il provvedimento di allontanamento dall’autorità giudiziaria, nella mattinata odierna, personale specializzato dell’Ufficio Immigrazione, ha provveduto a dare materiale esecuzione al provvedimento di rimpatrio del cittadino polacco.

 

Articoli correlati

Back to top button