Cronaca

Napoli, voragine al Rione Sanità: una donna sotto inchiesta

Voragine nel rione Sanità di Napoli: la Procura di Napoli ha deciso di aprire un fascicolo per fare chiarezza sul crollo. Donna sotto inchiesta

Voragine nel rione Sanità di Napoli: la Procura di Napoli ha deciso di aprire un fascicolo per fare chiarezza sul crollo avvenuto venerdì notte che ha provocato una frana di oltre venti metri quadrati ed ha seppellito un intero camion. Si indaga sugli affari illeciti nelle cave. Sotto inchiesta una donna, che risulta collegata alla compagine societaria che gestiva una autorimessa.

Una donna sotto inchiesta per la voragine al Rione Sanità

Ieri mattina sono stati convocati dinanzi all’autorità giudiziaria soci e titolari del garage, nel tentativo di ricostruire eventuali responsabilità del crollo.

La Procura di Napoli sta indagando sulla concessione affidata delle cave di tufo che sono state utilizzate da parte di qualcuno per allestire una enorme autorimessa, che avrebbe dovuto ospitare fino a 200 automobili. Secondo quanto emerge dalle indagini, qualcuno si sarebbe servito di una ditta privata per lo svuotamento della cava.

Napoli, voragine al Rione Sanità: cos’è successo

Come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino, nel giardino di una abitazione si è aperta una voragine larga circa 50 metri. Sono franati oltre 300 metri quadrati di terreno ma, fortunatamente, nessuno è rimasto ferito.

Danneggiato lievemente qualche veicolo nell’autorimessa di vico Tronari dove da alcuni giorni erano in corso lavori di ampliamento. Intanto i residenti costretti ad abbandonare le loro case si sentono abbandonati e invocano la messa in sicurezza del sottosuolo nell’intera zona.

Articoli correlati

Back to top button