Cronaca

Napoli, l’agente Pasquale Apicella ucciso a 37 anni: lascia moglie e due figli piccoli

Aveva solo 37 anni il poliziotto ucciso Napoli la scorsa notte nel tentativo di sventare una rapina in banca in zona Capodichino. Si chiama Pasquale Apicella ed era un agente scelto della Polizia di Stato.

Poliziotto ucciso Napoli, chi era Pasquale Apicella

In servizio presso il commissariato di Secondigliano, periferia settentrionale di Napoli, Pasquale Apicella era intervenuto col collega Salvatore Colucci per una rapina alla filiale del Credit Agricole di via Abate Minichini di Napoli.

Il dolore della famiglia

In Polizia dal 2014, Pasquale Apicella aveva prestato servizio a Milano e a Roma, prima di essere trasferito a Napoli nel 2017. Prima al commissariato di Scampia e poi a quello di Secondigliano, il 37enne lascia una moglie e due figli piccoli, uno di 6 anni e l’altro di pochi mesi.

I messaggi di cordoglio

Il questore Alessandro Giuliano ha espresso il suo cordoglio: “Siamo vicini alla famiglia del collega morto e agli uomini del commissariato di Secondigliano”.

Cordoglio espresso anche dal sindaco Luigi de Magistris: Esprimo il più profondo cordoglio, a nome della Città, alla famiglia dell’agente scelto ucciso ed a tutti gli uomini e le donne della Polizia di Stato che ogni giorno sono impegnati con professionalità e sacrificio nella prevenzione e repressione del crimine. Al poliziotto ferito vanno gli auguri di una pronta guarigione”.

Anche il governatore della CampaniaVincenzo De Luca, si è unito al dolore della famiglia: Ci addolora profondamente la morte dell’agente scelto di Polizia, il trentasettenne Pasquale Apicella, deceduto questa a notte a Napoli, mentre cercava di sventare una rapina. Siamo vicini al corpo della Polizia e a tutte le forze dell’ordine che lavorano per la nostra sicurezza e, in queste settimane, contribuiscono in maniera determinante a garantire l’applicazione delle misure a tutela della salute pubblica. Il nostro cordoglio alla famiglia, alla moglie e ai due figli di Apicella, un servitore dello Stato. L’augurio di una pronta guarigione per l’altro agente rimasto ferito”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button