Cronaca

Rapina a Poste, banca e centro scommesse: fermati tre giovani

Rapina a Poste, banca e centro scommesse: sono stati identificati, e fermati, i tre giovani responsabili dei colpi. Si tratta di due 19enni e un 20enne, tutti residenti tra Giugliano e Villaricca. Sono accusati dei reati di rapina, tentata rapina e ricettazione.

Napoli, rapina a Poste, banca e centro scommesse: tre fermi

Tre giovanissimi sono stati fermati con l’accusa di essere gli autori di una serie di raid avvenuti tra il Casertano e Giuliano in Campania. Il provvedimento è stato eseguito dai carabinieri del Norm di Aversa.

Le indagini

Secondo le indagini, i tre si sarebbero resi protagonisti di tre rapine (due tentate ed una messa a segno) in meno di un mese. Il primo episodio si è verificato lo scorso 9 maggio all’interno di un ufficio postale di Capodrise dove tre malviventi, con volto travisato e giunti nel parcheggio a bordo di una Fiat 500 risultata rubata, sono riusciti ad introdursi nell’ufficio ma si sono dati alla fuga senza bottino in quando scoperti dalla direttrice e dalle altri dipendenti.

Poco tempo più tardi, il 13 maggio per l’esattezza, la stessa banda di rapinatori ha tentato il colpo di un centro scommesse di via del Caravaggio a Cesa. Questa volta impugnando un’arma, puntata contro i dipendenti che si rifiutavano di dar loro il denaro. Il terzo, ed ultimo, colpo è avvenuto a Giuliano il 1 giugno all’interno della Banca di Credito Popolare. I malviventi, minacciando la cassiera con un taglierino, sono riusciti a farsi consegnare assegni circolari in bianco, tessere, tre plichi e la chiave di un armadietto corazzato.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio