Cronaca

Napoli, rissa in ospedale: guardia giurata e infermiera aggrediti con pugni

"Anche questa volta ci attendiamo punizioni severe per il violento di turno che ha causato anche la sospensione temporanea di un servizio pubblico essenziale"

Ancora una rissa in ospedale a Napoli, questa volta la violenza si è consumata al San Paolo dove una guardia giurata e un’infermiera sono stati aggrediti con pugni al volto.

Rissa in ospedale a Napoli, guardia giurata e infermiera presi a pugni

L’aggressione avvenuta nell’ospedale situato a Fuorigrotta è avvenuto ieri, 25 aprile, proprio nel giorno della Liberazione. Le motivazioni pare siano dovute a una discussione per motivi futili tra un vigilante in servizio e un paziente.

L’aggressione fisica

Si è poi passati all’aggressione fisica sia alla guardia che ad un’infermiera di passaggio, trovata casualmente al posto sbagliato.

Le parole di Borrelli

“Ancora una rissa a seguito di un alterco nel Pronto soccorso tra una guardia giurata e un paziente degenerato subito in una violenta colluttazione, come segnalato dall’associazione ‘Nessuno tocchi Ippocrate’. A farne le spese anche un’infermiera che si è trovata, suo malgrado, nel pieno della rissa ricevendo un pugno in pieno volto. La donna, con il volto tumefatto, è stata soccorsa dai colleghi e rimandata a casa dopo il referto medico. Si tratta della 19ma aggressione dall’inizio dell’anno. Una situazione inaccettabile che vede sempre più spesso il pronto soccorso e le corsie degli ospedali partenopei diventare dei veri e propri ring. Anche questa volta ci attendiamo punizioni severe per il violento di turno che ha causato anche la sospensione temporanea di un servizio pubblico essenziale”. Questo il commento del consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli.

Articoli correlati

Back to top button