Cronaca

San Giorgio a Cremano, gli studenti coltivano l’orto e preparano un menù

SAN GIORGIO A CREMANO. “Dalla Terra alla tavola”  è il nuovo progetto che il Laboratorio Città dei Bambini e delle Bambine ha avviato con l’istituto alberghiero (I.P.S.E.O.A.) “I. Cavalcanti” per continuare ad educare i più piccoli al gusto, collegando questa volta il percorso all’esperienza di preparazione di orti nei cortili delle scuole.

Sulla scia di quanto realizzato lo scorso anno con il progetto Erasmus Plus, dal nome ‘La ville Erasmus’, nelle scorse ore vi è stato il primo incontro presso l’istituto del gruppo del nuovo Consiglio delle bambine e dei bambini, con i loro genitori alla presenza del sindaco Giorgio Zinno e dell’assessore alla Scuola Ciro Sarno.

Il coordinamento del Laboratorio Città dei Bambini ha preso visione dell’orto presente nella scuola che gli studenti stanno curando ed i bambini hanno piantato delle prime piantine, i cui prodotti saranno utilizzati dagli stessi alunni del Cavalcanti per realizzare un menù a misura di bambino. Nell’ambito degli eventi della XIII edizione del Giorno del Gioco saranno poi proprio i giovanissimi componenti del nuovo Consiglio dei Bambini a degustare le pietanze e darne un giudizio come un vero e proprio panel di assaggiatori.

Collegando in modo semplice e realistico la terra al piacere della tavola, questa nuova esperienza, una delle prime in Italia, intende sottolineare l’importanza dello stretto legame tra cibo e terra, tra l’ orto e il piatto. Un progetto che si lega anche al tema del Giorno del Gioco 2018, che è appunto La Terra.

Molteplici i beneficiari del progetto: innanzitutto i bambini ai quali verrà insegnato il valore della madre terra, ma anche le loro famiglie che saranno sensibilizzate, attraverso questo percorso, sul menù ideale per i loro figli in termini di gusto e di nutrizione, nonché gli stessi studenti che si prenderanno cura dell’orto e quindi dei menù che realizzeranno per i bambini.

Le dichiarazioni delle istituzioni

“La cura dell’orto e il successivo impegno culinario rappresentano momenti di conoscenza e di applicazione di temi propri dell’alimentazione dei bambini a casa e a scuola – spiega il sindaco Giorgio Zinno – ma anche di condivisione di valori che consentiranno nel tempo di amare la propria terra e di risvegliare il senso di appartenenza ai nostri territori. La Città dei Bambini e delle Bambine è sensibile a questi temi e porta avanti progetti con le scuole e con le eccellenze del territorio”.

 “La scuola è sempre stata un partner di eccellenza per l’amministrazione Zinno – conclude Ciro Sarno – e sono molti i progetti che realizziamo in sinergia con gli istituti cittadini ma anche di Napoli e della provincia. L’ufficio Scolastico Regionale inoltre sa di trovare nella nostra città terreno fertile per molteplici eventi. Si è appena conclusa infatti anche la finale regionale dei Campionati studenteschi di corsa campestre che ha portato in città centinaia di atleti, grazie anche Comitato Regionale CONI Campania e alla Federazione Italiana di Atletica Leggera”.

Ieri, presso l’istituto Don Milani – Dorso si sono svolte le premiazioni. A consegnare le coppe il primo cittadino  e l’assessore Sarno.

“Anche questo è stato un bel momento – ha detto Zinno – perché i ragazzi hanno condiviso i valori dello Sport e del rispetto verso l’altro. Grazie alla dirigente scolastica Adele Pirone che ha messo a disposizione la palestra della scuola per le premiazioni e la famiglia Morgese per aver ancora una volta autorizzato l’uso di una proprietà privata per questa competizione sportiva”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button