Boscoreale, giro d’affari sullo spaccio di droga: 13 arresti

cocaina

Presso il quartiere Piano di Napoli di Boscoreale, era attivo lo spaccio di droga tramite consegna a domicilio su previa richiesta telefonica

Nella zona meridionale di Napoli, nello specifico dell’hinterland, i militari dell’Arma hanno tratto in arresto 13 spacciatori di cocaina. Migliaia e centinaia di cessioni di droga sono state documentate per incastrarli, un giro d’affari di 2.400 euro al giorno.

Spaccio di droga a Boscoreale, 13 arresti

Tredici spacciatori di cocaina arrestati e un giro d’ affari per 2.400 euro al giorno e quindi da 72mila euro al mese. Questo è quello che rendeva la piazza del Piano Napoli di via Passanti Scafati a Boscoreale gestita dalla famiglia del boss Carletto Padovani.

È quanto scoperto dalla Compagnia carabinieri di Torre Annunziata che hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale oplontino su richiesta della locale procura nei confronti di 13 indagati ritenuti responsabili di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio. Centinaia le cessioni di droga documentate, prevalentemente di cocaina, che avvenivano nel rione popolare “Piano Napoli” di Boscoreale. Le consegne erano a domicilio, previa richiesta telefonica.

In carcere sono finiti

Umberto, Giovanni e Gennaro Padovani, 24, 28 e 30 anni, ritenuti i capi del gruppo di spacciatori di cocaina, tutti imparentati con il boss “Carletto” Padovani, detenuto perché sta scontando una pena definitiva per traffico di stupefacenti:

  • Salvatore Russo, 39 anni
  • Giuseppe Borriello, 45
  • Gennaro Riccio, 31
  • Ivan Ranieri, 34, tutti residenti in via Passanti
  • Luigi Pecoraro, 43 anni, di Pompei
  • Giuseppe Faraco, 28, di Giugliano in Campania
  • Raimondo Caso, 42 anni
  • Cesare Barbarito, 34, entrambi di Scafati

Ai domiciliari, invece, sono finiti:

  • Giuseppe Buono, 45enne di Boscoreale
  • i cugini Gennaro Rapuano (stesso nome, 25 e 21 anni), entrambi dei Quartieri Spagnoli
  • Gaetano Padovani, il 23enne

 

TAG