Cronaca

Tony Colombo e il concerto abusivo: la denuncia di Borrelli

Il consigliere regionale Borrelli accusa il neomelodico per la festa a Forcella con fuochi d'artificio. Denunciata anche la tiktoker Rita De Crescenzo

Il consigliere regionale della Campania di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli, ha presentato una denuncia nel confronti del cantante neomelodico Tony Colombo per un concerto abusivo dell’artista andato in scena ieri nel quartiere Forcella. “Vicoli invasi da scooter e auto parcheggiate selvaggiamente, assembramenti incontrollati di persone, di cui molte senza mascherina pur non rispettando neanche le distanze di sicurezza, musica neomelodica e gli immancabili fuochi d’artificio sparati in modo selvaggia suggellare un momento d’abusivismo” scrive il consigliere.

Borrelli denuncia Tony Colombo per un concerto abusivo a Forcella

È l’ennesima festa abusiva tra i vicoli di Napoli – prosegue Borrellicon tanto di concertino neomelodico che stavolta ha avuto come palcoscenico il cortile di un condominio in vico dei Maiorani a Forcella. L’ospite musicale? Un vero e proprio habitué di tali situazioni: Tony Colombo“. “Hanno bloccato una strada“, spiega Borrelli, secondo il quale questi comportamenti “offendono quei musicisti che hanno sempre rispettato le regole e continuano fare sacrifici“.

Denunciata anche la titoker Rita De Crescenzo

Borrelli fa sapere di avere denunciato anche la tiktoker De Crescenzo, anche lei protagonista di un evento abusivo che si è svolto nella zona del Pallonetto di Santa Lucia, sempre a Napoli, la notte tra domenica e lunedì. Anche in questo caso, fa sapere Borrelli, “musica a tutto volume durante la notte, e fuochi d’artifici fatti esplodere tra i palazzi, senza alcuna autorizzazione“.

Tolleranza zero per chi non rispetta le regole

Il consigliere regionale di Europa Verde chiede “tolleranza zero per chi non rispetta le regole e mette in pericolo la pubblica sicurezza e la salute delle persone“. “Senza autorizzazioni e norme di sicurezza queste feste non si possono fare, chi viola le normative va denunciato e punito“.

Fonte: La Repubblica

Articoli correlati

Back to top button