Cronaca

Trovano uomo di Torre del Greco morto in casa: lascia due figli

I vicini trovano uomo di Torre del Greco morto in casa propria. L’uomo, 55enne, viveva a Correggio, nella Bassa reggiana. Separato da tempo, lascia due figli.

Trovano uomo di Torre del Greco morto in casa: i vicini non lo vedevano da alcuni giorni

I vicini non lo vedevano da alcuni giorni, pur se la sua auto era in sosta sotto casa. Ieri si sono insospettiti, dando l’allarme alle forze dell’ordine, temendo che fosse successo qualcosa di grave.

In effetti, una volta entrati in casa, al civico 7 di via Pascoli a Correggio, è stato trovato l’uomo, Salvatore Melluccio, 55 anni, napoletano originario di Torre del Greco ma da diversi anni residente a Correggio, che era ormai privo di vita.


 

ambulanza


Era in cucina, stroncato da una crisi cardiorespiratoria, che non si esclude possa essere stata provocata dal monossido di carbonio sprigionato proprio dal braciere che si trovava nella cucina di casa e che probabilmente era stato acceso per scaldare i locali.

Pare che in casa non fosse attivo il riscaldamento a gas. Nell’abitazione c’erano diversi bracieri, sparsi nelle varie stanze. Al momento dell’ingresso nell’edificio da parte dei soccorritori, negli ambienti si avvertiva ancora odore di fumo.

Anche il cagnolino vittima del monossido

Dunque, il proprietario era ricorso al braciere per poter riscaldare le stanze in questi giorni di freddo intenso, restando quasi certamente vittima del monossido. A farne le spese anche un piccolo cagnolino, di sua proprietà, che gli faceva compagnia.

Durante il sopralluogo in casa è stato trovato pure l’animale, pure lui privo di vita. Questo ha fatto ipotizzare che il decesso dell’uomo fosse stato provocato da un malore dovuto al monossido che si era diffuso nell’abitazione. Un decesso avvenuto probabilmente uno o due giorni prima.

Salvatore Melluccio era separato e attualmente viveva da solo. Lascia pure due figli. In via Pascoli ieri pomeriggio sono intervenuti l’ambulanza della Croce rossa locale, il personale dell’automedica del San Sebastiano, oltre ai carabinieri di Correggio per gli accertamenti.


Fonte: il Resto del Carlino


 

Immagini di repertorio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button