Cronaca

Pozzuoli, bimbo morto in piscina: indagati i genitori e un animatore

Bimbo morto in piscina, scattano quattro avvisi di garanzia. La Procura, nell’ambito dell’inchiesta sulla morte del piccolo Davide Marciano, ha emesso quattro avviso di garanzia. Indagati i genitori del bambino, Luigi Marciano e Rosa Russo. Nel mirino degli inquirenti anche il titolare del «Kora pool & beach events», Alessandro Laringe, e un membro dell’animazione presente quella sera alla festa di matrimonio: per tutti l’accusa formulata è di concorso in omicidio colposo.

Bimbo morto in piscina

 Al centro delle indagini ruoli e responsabilità dei quattro. Gli atti sono stati notificati nel pomeriggio di ieri dai poliziotti del commissariato di Pozzuoli che su delega del magistrato hanno ascoltato più volte nei giorni scorsi gli animatori, il fotografo, titolare e personale del ristorante impegnato quella sera durante la cerimonia.

La mossa dei genitori

I genitori del piccolo chiederanno di essere ascoltati in Procura per rendere testimonianze spontanee. Nel frattempo la coppia ha a nominato un proprio consulente tecnico che assisterà all’autopsia sulla salma del bambino in programma per mercoledì al Secondo Policlinico e che servirà a stabilire le esatte cause che hanno portato al decesso.


I FUNERALI


 

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button