Cronaca

Blatte al Vecchio Pellegrini: sabotaggio degli infermieri

Le blatte, l’allarme, il danno di immagine: sono gli elementi di una trama che ha le sue radici nel centro cittadino e la sua gittata in periferia, Napoli est, la sede dell’ospedale del Mare. Inchiesta per sabotaggio, dunque: un gruppo di infermieri sta facendo di tutto per ottenere la chiusura del pronto soccorso, per accelerare il passaggio nella struttura di Ponticelli.

 Vecchio Pellegrini: la pista del sabotaggio

Su quanto avvenuto martedì pomeriggio, emergono nuovi particolari, sempre a proposito di un evento che sembra costruito a tavolino. Come apparso evidente sin dalla prima ricognizione, le blatte all’ospedale Vecchio Pellegrini sono state condotte in modo doloso, usando probabilmente gli stessi metodi adottati al San Giovanni Bosco, negli ultimi tempi meta privilegiata di branchi di formiche. Qui invece le blatte sono arrivate all’interno di una busta, avvolta in un lenzuolo e piena di segatura. Poi sono state liberate e piazzate all’interno della toilette del pronto soccorso e in un lettino attiguo. Tutte della stessa dimensione, sono apparse stordite a chi le ha immortalate per la prima volta con il proprio cellulare, un paziente che attendeva il proprio turno per essere visitato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto