Cronaca

Capodanno, a Napoli arriva la bomba Kvara: l’allarme dei carabinieri

A Napoli impazza la ricerca della bomba Kvara, la nuova versione della “bomba di Maradona”, celebre botto illegale che da decenni accompagna il Capodanno a Napoli e non solo. La novità degli ordigni illegali per i festeggiamenti di San Silvestro è legata a Khvicha Kvaratskhelia, asso georgiano del Napoli capolista in campionato.

Capodanno, a Napoli arriva la bomba Kvara

Un allarme, quello legato alla diffusione della bomba, che arriva dai carabinieri di Reggio Emilia, il cui comando provinciale nelle scorse ore ha lanciato la campagna di sensibilizzazione ”Usa la testa, non rovinarti la festa”, rivolgendosi in particolar modo ai giovani, con l’intento di educarli al corretto uso dei fuochi pirotecnici legali e disincentivare l’acquisto dei pericolosissimi fuochi illegali, che spesso provocano tante vittime.

L’allarme dei carabinieri

La new entry, potrebbe quindi essere la ‘Bomba Kvara’, lo spauracchio del Capodanno 2023 che non poteva non essere legata al nuovo idolo calcistico. Nuovo nome per adeguarsi all’attualità, e con un potenziale distruttivo sempre più grande giacché può contenere sino a 500 grammi di miscuglio esplosivo. Questo il nuovo botto, ovviamente illegale, che pare si stia diffondendo sul mercato parallelo dei fuochi d’artificio per Capodanno che altro non è che la riproposizione potenziata dei consueti e pericolosissimi ordigni che ogni anno vengono ribattezzati seguendo la cronaca e l’attualità del momento.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali. È responsabile della redazione centrale del network giornalistico L'Occhio.

Articoli correlati

Back to top button