Cultura ed Eventi

Capodimonte, “Carta bianca” a 10 curatori illustri: da Sgarbi a Muti

NAPOLI. Al via la mostra “Carta bianca Capodimonte Imaginaire”: dieci sale per dieci curatori illustri, da Riccardo Muti a Vittorio Sgarbi.

Si parte il 12 dicembre. L’iniziativa è nata dalla mente del direttore del Museo e del Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger in collaborazione con Andrea Villani, direttore del Madre.
La prima sala, curata da Vittorio Sgarbi, è un percorso che definisce «né storico né rapsodico, ma interessato, presuntuoso, vanitoso». Un itinerario che percorre le opere di Lotto, Parmigianino, Guido Reni e altri.

Marc Fumaroli, invece, si diletta tra opere di arte napoletana seicentesca, l’architetto Paolo Pejrone sceglie paesaggi e vedute, richiedendo di aprire un «varco» in una parete che nasconde una finestra sul Real Bosco.

Ma le sorprese non finiscono qui: “Carta bianca” è l’ennesima iniziativa che mira a riavvicinare i napoletani e i turisti al Museo di Capodimonte e ai capolavori che lo rendono unico al mondo. La selezione di grandi opere da parte di personaggi illustri è un’idea che mira soprattutto a raggiungere quest’obiettivo.

Foto da RepubblicaNapoli.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button