Politica

Orrore a Castellammare, zio stupra il nipotino di 10 anni: i familiari sapevano

Orrore a Castellammare: un bambino di meno di 10 anni è stato stuprato dallo zio 57enne. Qualcuno sapeva e ha deciso di inviare un esposto anonimo alla polizia, che ha accertato che quei racconti in commissariato erano veri.

Stupra il nipotino di 10 anni

È finito in carcere C.M., 57 anni, incensurato e disoccupato, residente nel rione Scanzano di Castellammare di Stabia. L’uomo è accusato di violenza sessuale aggravata ai danni del nipote minorenne. I poliziotti stabiesi, agli ordini del dirigente Pietro Paolo Auriemma e del vicequestore Manuela Marafioti, insieme ai colleghi della squadra mobile di Varese, l’hanno scovato a Saronno a casa del fratello. Nella città lombarda i poliziotti gli hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura olpontina guidata dal procuratore Nunzio Fragliasso e dall’aggiunto Pierpaolo Filippelli, per poi trasferirlo nel carcere di Busto Arsizio in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

Gli episodi

Lo zio avrebbe abusato del nipotino per almeno tre volte, dopo averlo fatto entrare nella sua abitazione di Scanzano. L’esposto anonimo è arrivato ad aprile in commissariato. Nel frattempo sono scattate le indagini anche con intercettazioni telefoniche e ambientali che hanno solo confermato il tremendo quadro accusatorio. Lo zio aveva effettivamente abusato del nipotino e altri familiari del piccolo ne erano a conoscenza, ma non avevano fatto nulla per evitare ulteriori incontri.

Articoli correlati

Back to top button