Cronaca

Giugliano, rom in fuga provocano scontro frontale

Inseguimento a Giugliano, auto finisce contro un muro dopo la fuga dalla volante dei carabinieri al posto di blocco

Attimi di paura a Giugliano in Campania dove è andato in scena un inseguimento nella mattinata di oggi, giovedì 18 novembre. Un inseguimento con tanto di spari, in zona Lago Patria, per la precisione in via Staffetta, tra i carabinieri ed una Alfa Romeo di grossa cilindrata.

Inseguimento a Giugliano, spari e schianto

Alla vista dell’auto dei carabinieri, il conducente ha fatto inversione di marcia, facendo così scattare l’inseguimento da parte dei militari. Nel corso dell’inseguimento, uno dei fuggiaschi avrebbe sparato in aria prima dell’impatto contro il muro.

Cos’è accaduto

I malviventi – a bordo dell’auto e sono di origini rom – impattano quasi frontalmente un’auto con a bordo un cittadino americano che rimane miracolosamente illeso. Le auto finiscono fuori strada all’incrocio tra via Madonna del pantano e via Staffetta.

Uno dei due fuggitivi, l’autista, è stato subito bloccato ed arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, riciclaggio e ricettazione. Il passeggero si dà alla fuga nelle campagne circostanti. I carabinieri arrivati in supporto lo inseguono e si sentono da lontano dei colpi d’arma da fuoco ma non verranno rinvenuti bossoli o armi.

Le immediate indagini permettono di identificare e bloccare il complice che si era nascosto all’interno de campo rom di Qualiano. È stato denunciato a piede libero per gli stessi reati. L’arrestato è ora piantonato presso l’ospedale San Giuliano di Giugliano e non è in pericolo di vita ma in attesa di giudizio. L’auto sulla quale i due fuggivano è risultata rubata e portava delle targhe di un altro veicolo. All’interno del mezzo diversi attrezzi atti allo scasso. È stato tutto sequestrato.

Articoli correlati

Back to top button