Cronaca

I lavori sulla Tangenziale richiederanno più tempo del previsto: probabile stop fino a marzo

I lavori sulla Tangenziale di Napoli paralizzeranno la città per parecchio tempo: tra lungaggini burocratiche e tempi tecnici, i tempi di riapertura potrebbero allungarsi fino a marzo.

Lavori sulla Tangenziale di Napoli: stop fino a marzo

I motivi sarebbero da ricondurre, innanzitutto, alla mancata assegnazione dei lavori, perchè la ditta appaltatrice dovrebbe essere scelta dopo la metà di novembre.

Poi, ancora, i tempi dei lavori, perchè in itinere potrebbero essere scoperte nuove infiltrazioni che, ovviamente, richiederanno ulteriore tempo per la messa in sicurezza.

Il pedaggio

Per fortuna durante il periodo dei lavori, i napoletani potranno non pagare il pedaggio: magra consolazione considerando i disagi che comporta un restringimento di carreggiata come quello attualmente il atto.

Gli operai

Emergenza rientrata, fortunatamente, per i 184 operai di Tangenziale s.p.a., che rischiavano la cassa integrazione. Ieri, nel corso di un faccia a faccia con i sindacati, l’azienda ha ridotto le 13 settimane paventate all’inizio, a soli dieci giorni, fino a quando il pedaggio sarà gratuito, ovvero il 5 novembre.

I percorsi alternativi

Secondo l’azienda, per le auto provenienti dall’area ovest, quindi da Pozzuoli, sarà necessario uscire a Fuorigrotta, percorrere il primo tunnel verso Mergellina, raggiungere l’area vietata al traffico di via Partenope, svoltare verso il tunnel della Vittoria e poi percorrere via Acton e via Marina fino alla confluenza con corso Garibaldi per attraversare l’area della Ferrovia e e tornare di nuovo alla tangenziale all’altezza di Corso Malta.

Una via crucis.

Il percorso a ritorno

Per chi vuole “provare” a tornare, invece, il suggerimento è quello di uscire a Corso Malta, raggiungere via Arenaccia e poi risalire i Ponti Rossi fino a raggiungere lo svincolo Capodimonte dal quale imboccare nuovamente la Tangenziale. Semplicissimo.

Articoli correlati

Back to top button