Mozzarelle “bufala”: rischio truffa via web a Natale

Falsa mozzarella di bufala

Attenzione alle mozzarelle di bufale: «L’e-commerce è un canale di vendita molto importante che non va demonizzato ma nemmeno preso alla leggera»

NAPOLI. Nel periodo delle festività natalizie aumentano anche le vendite e il consumo delle mozzarelle di bufala. Tuttavia, questo prodotto eccezionale della gastronomia campana può anche essere soggetto a tranelli e truffe che ingannano il consumatore. L’allarme, in questo caso, arriva direttamente dal Consorzio di Tutela che invita tutti a prestare particolare attenzione all’acquisto online delle mozzarelle di bufala campane Dop.

 

Occhio alla bufala

 

Il 20% delle inserzioni è stato infatti segnalato all’Ispettorato Centrale per la Qualità e la Repressione delle frodi agroalimentari (Icqrf) in seguito all’attività di monitoraggio eseguita dal Consorzio. Nel 2017 sono stati effettuati 887 controlli su internet, di cui 583 sui grandi player mondiali dell’e-commerce.

Il numero delle possibili truffe segnalate è così distribuito: il 55% degli annunci visionati è stato pubblicato su Alibaba; il 36% su E-bay e l’8% su Amazon.

«L’e-commerce è un canale di vendita molto importante e in costante crescita, che non va demonizzato ma nemmeno preso alla leggera, perché richiede un supplemento di verifica. Il nostro vuole essere un invito per un Natale sicuro ai consumatori, che devono prestare la massima attenzione all’acquisto via internet, dove vengono offerte mozzarelle di ogni tipo spacciate per bufala campana Dop», ha dichiarato il presidente del Consorzio di Tutela, Domenico Raimondo.

 

Consigli utili

 

Per difendersi dalle pericolo delle truffe sull’acquisto di mozzarelle di bufala campane Dop è utile fare attenzione a questi pochi particolari:

  • la Mozzarella di Bufala Campana Dop deve essere sempre posta in vendita solo confezionata all’origine.
  • Ogni confezione deve riportare le seguenti indicazioni:
  • nome completo della denominazione “Mozzarella di Bufala Campana”
  • logo della denominazione e logo arancione del marchio europeo Dop
  • numero di autorizzazione del caseificio, che può essere verificato sul nostro portale www.mozzarelladop.it dove sono riportati tutti i produttori certificati. Solo così si può essere certi che si tratti di un prodotto autentico.

3.      Se la confezione è una busta annodata, deve essere presente un sigillo di garanzia, apposto dal produttore.

TAG