Cronaca

Pagano 300 euro per andare da Napoli a Pompei: scacco matto agli autisti abusivi

Turisti pagano 300 euro per andare da Napoli a Pompei: scacco matto agli autisti abusivi. La scoperta degli agenti della Polizia Municipale

Turisti pagano 300 euro per andare da Napoli a Pompei: scacco matto agli autisti abusivi. Scoperta dagli agenti della Polizia Municipale una vera e propria rete di abusivi. Si tratta di persone che senza licenza e senza alcuna ricevuta accompagnavano i turisti presso il noto sito archeologico.

Scoperta rete di autisti abusivi a Napoli

Il controllo è stato effettuato dal nucleo di Polizia Turistica. Le indagini erano state avviate in seguito a una segnalazione, pervenuta agli uffici della Municipale, riguardante un servizio di noleggio con conducente abusivo che veniva gestito via telefono. Un primo riscontro è arrivato quando gli agenti hanno intercettato il gruppo di turisti nel centro storico, diretto verso il sito archeologico di Pompei. L’automobilista sprovvisto di licenza, viaggiava in un veicolo privato.

Le dichiarazioni rese dal conducente e dai viaggiatori, questi ultimi ignari di stare usufruendo di un servizio abusivo, concordavano perfettamente: quel viaggio era stato pagato 300 euro. Da successivi accertamenti gli agenti hanno accertato che l’uomo fermato faceva parte di una rete di abusivi, gestita da un’altra persona che, dietro corrispettivo economico, si occupava di ricevere le richieste e di smistarle a vari automobilisti.

Multa all’autista

L’autista abusivo è stato multato col fermo amministrativo del veicolo per due mesi; il “gestore” del servizio, invece, si è visto contestare l’esercizio abusivo di attività di mediatore, con una sanzione di 5mila euro.

Foto: Immagine di repertorio

Articoli correlati

Back to top button