Napoli, avvocato senzatetto: scatta la gara di solidarietà

avvocato

Dopo aver raccontato la storia dell'avvocato senzatetto, tantissime persone hanno cominciato a movimentarsi per tendergli una mano

Da otto mesi, un avvocato divenuto senzatetto, vive in strada, nel cuore del Vomero: di notte si accampa in piazza Vanvitelli e di giorno si allontana, quasi a non volersi far notare. Intorno a lui si è stretta la macchina della solidarietà, di quegli angeli che fanno del volontariato una ragione di vita.

Dopo aver raccontato la storia dell’avvocato senzatetto, in tanti hanno cominciato a movimentarsi per tendergli una mano.

Gara di solidarietà per l’avvocato senzatetto

Per tutta la giornata decine e decine di avvocati, professionisti e gente comune si sono messi alla ricerca di Federico. Tra i primi a muoversi sono stati proprio gli avvocati. Una grande gara di generosità, che tra gli altri ha visto come protagonisti i neoeletti consiglieri dell’Ordine degli Avvocati di Napoli Ilaria Criscuolo, Roberto Fiore, Hilarry Sedu e Domenico Tafuri. Disponibili a offrire sostegno concreto al 55enne sono pure i colleghi di Torre Annunziata, con in testa i consiglieri dell’Ordine oplontino Gennaro Torrese e Michele Riggi. Da Bari, per conto del locale Ordine, si è fatto vivo anche l’avvocato Gianluca Minnini. Ed ecco i primi gesti concreti: domani mattina Federico – accompagnato da alcuni professionisti vomeresi – verrà accompagnato in un centro medico specialistico dove sarà sottoposto a un check up completo. Un’associazione che per il momento ha chiesto di non essere citata è pronta a mettergli a disposizione un piccolo appartamento in comodato d’uso per un anno.

TAG