Cronaca

Il calvario di una donna di 53 anni, entrata in ospedale dopo essersi ferita ad un piene

Maria, 53 anni, è morta dopo 1 mese di agonia: l'ospedale non avvisa neanche la famiglia

Il calvario delle 53enne Maria Miranda, morta all’ospedale del Mare di Napoli, dopo un mese di ricovero per una banale ferita ad un piede. Dopo il decesso nessuno avvisa la famiglia, che scopre il cadavere nella camera mortuaria, dopo che da giorni non arrivava nesssuna notizia da parte dei medici. Il personale sanitario credeva che la donna non avesse famiglia, e aveva lasciato il cadavere nella camera mortuaria, in attesa che qualcuno lo reclamasse.

Napoli, Maria Miranda morta da 24 ore ma nessuno avvisa la famiglia

L’emergenza covid ha messo in secondo piano quelle che sono le esigenze di tutti gli altri pazienti, con il trattamento di quelli più urgenti, come malati oncologici, o casi di malattie cardiovascolari. Ma nella storia di Maria non ci sono ritardi o inadempienze, c’è la totale mancanza di umanità, che ha causato alla famiglia della 53enne una ulteriore sofferenza, che si è aggiunta a quella per la sua morte.

La vicenda

Il calvario della 53enne inizia un mese fa, quando Maria si ferisce a un piede, da quella ferita si sviluppa una grave infezione, che la porterà nel reparto di terapia intensiva, e poi alla morte. Dopo una improvvisa perdita dei sensi, l’11 novembre, i familiari decisono di portarla al Pronto Soccorso dell’Ospedale del Mare e, dopo aver atteso per ben 8 ore i tampone, fortunatamente negativo, la donna viene trasferita in terapia intensiva con prognosi riservata.

I contatti per avvisare i familiari

Dal momento che i familiari non hanno il permesso di rimanere con gli ammalati, vengono forniti 3 diversi numeri di telefono, per comunicare in qualsiasi momento l’evoluzione del quadro clinico di Maria. Il giorno dopo il ricovero, i familiari apprendono che ormai la situazione era critica, che Maria aveva un’infezione gassosa partita dal piede, che stava intaccando tutti gli organi, e che loro stavano facendo il possibile.

Silenzio dall’ospedale

Dopo questa telefonata, il silenzio, un silenzio insopportabile che ha spinto i parenti a tornare in ospedale di persona, venerdì sera, dove scoprono che Maria è ormai cadavere.

La dolorosa scoperta

La donna era morta da 24 ore, ma nessuno aveva avvisato la famiglia e le guardie della camera mortuaria hanno riferito che avevano pensato che la donna non avesse famiglia.

L’ospedale smentisce

Maria era lì, sola, distesa su un freddo pianale di alluminio, nuda e coperta con un lenzuolo bianco. L’ufficio stampa dell’Ospedale del Mare ha spiegato che nella giornata di giovedì i medici avrebbero provato a contattare i familiari, senza successo. La famiglia Miranda, però, smentisce la telefonata.

Articoli correlati

Back to top button