Cronaca

Napoli, movida violenta: arriva la proposta forte dal comitato di Chiaia

Napoli, movida violenta: arriva la proposta forte dal comitato di Chiaia, per accendere un tema già caldo in giunta, in strada e sui social

Movida violenta a Napoli e delocalizzacione.Arriva una proposta forte dal Comitato di Chiaia Viva e Vivibile, come riportato dal Mattino, destinata ad accendere un tema già caldo in giunta, in strada e sui social. Sono passate solo poche ore dagli accoltellamenti avvenuti nel weekend nel centro storico cittadino e dall’ultima rissa ai beretti di Chiaia.

Napoli, movida violenta: arriva la proposta forte dal comitato di Chiaia

“Il Comune procederà sulla strada della delocalizzazione. Serve una maggiore regolamentazione dei luoghi in cui poter concedere nuove licenze. Puntiamo alle periferie”. I residenti rincarano: “Bloccare la concessione di nuove licenze non basterà per spostare la movida dalle zone residenziali alle periferie. Per ottenere il risultato, il Comune limiti, attraverso ordinanze, l’apertura notturna dei bar”. Residenti sono impauriti per il prossimo weekend, che si annuncia particolarmente complicato, con Halloween il 31 e il lungo ponte di inizio novembre.

La proposta

La “mala movida” è una polveriera dal punto di vista della criminalità e dal punto di vista sociale. “Da quando è venuto meno l’allarme sanitario legato al Covid la situazione è andata a peggiorare, non solo in centro storico ma anche qui tra via Bisignano, piazzetta Rodinò, vico e vicoletto Belledonne. Qui non si dorme, non si può uscire di casa, bisogna tenere le finestre chiuse. Per questo bisogna agire anche nei confronti delle attività che ci sono già. Per farlo, va scoraggiata la vita a notte fonda. Quindi serve una chiusura anticipata delle attività, tra mezzanotte e l’una circa. A creare problemi sono le attività che lavorano da mezzanotte in poi: gli episodi di violenza avvengono a tarda notte”.

Articoli correlati

Back to top button