Cronaca

Noemi si è risvegliata dal coma, le prime parole: “Datemi le mie bambole”

Grande emozione al Santobono di Napoli, dove la piccola Noemi si è svegliata dal coma dopo una settimana esatta dalla sparatoria. La bella notizia arriva proprio nel giorno in cui l’uomo che le ha sparato è stato catturato.

Noemi si è risvegliata dal coma

Grande è l’emozione dei medici e di tutto il personale sanitario dell’ospedale Santobono. La manager del nosocomio, Anna Maria Minicucci, ha dichiarato: “Il risveglio di Noemi un momento di commozione per tutto l’ospedale, aspettavamo queso momento da una settimana”. “Datemi le mie bambole“, sarebbero state le prime parole pronunciate dalla bambina.

Arrestato chi ha sparato a Noemi

Solo qualche ora prima è stata diffusa la notizia dell’arresto di Armando Del Re, l’uomo ritenuto responsabile della sparatoria in cui Noemi è rimasta gravemente ferita. Arrestato anche il fratello Antonio che, secondo gli inquirenti, lo avrebbe aiutato durante la settimana di fuga e latitanza. I due uomini sono stati rintracciati rispettivamente in provincia di Siena e a Nola. La lungacaccia all’uomo ha coinvolto numerosi agenti delle forze dell’ordine coordinati dalla Procura di Napoli.

L’accusa di tentato omicidio

Ai fratelli Del Re è stata contestata l’accusa di tentato omicidio premeditato. Nelle prossime ore le autorità competenti formuleranno le richieste di convalida dei fermi. La notizia è stata diffusa durante una conferenza stampa presso la Procura napoletana a cui hanno preso parte il procuratore Giovanni Melillo, il colonnello Ubaldo Del Monaco e il questore Antonio De Iesu. Melillo ha descritto la sparatoria come un delitto in pieno contesto camorristico.

Articoli correlati

Back to top button