Cronaca

Va in ospedale, ma viene dimessa: Angela Brandi morta a 24 anni

Shock a Pozzuoli dove Angela Brandi, una ragazza di soli 24 anni, è morta dopo essere stata dimessa dall’ospedale Santa Maria delle Grazie. Nel pomeriggio di martedì 24 gennaio la giovane, residente nella frazione Licola di Giugliano in Campania, ha accusato un malore ed è stata accompagnata al pronto soccorso come riportato da Il Mattino.

pozzuoli-morta-ragazza-angela-brandi-ospedale-cosa-successo
Angela Brandi

Pozzuoli, morta dopo essere stata in ospedale: il dramma di Angela Brandi

Dopo essere stata visita, la ragazza sarebbe stata dimessa dal momento che non sarebbero state trovati rilevanti problemi di salute. A quel punto la 24enne è tornata a casa, ma poco dopo ha riaccusato gli stessi sintomi ed ha fatto nuovamente ritorno presso il nosocomio di Pozzuoli. Arrivata al pronto soccorso del Santa Maria delle Grazie, purtroppo il suo cuore ha smesso di battere ed è sopraggiunto il decesso.

L’intervento dei carabinieri

All’ospedale si è registrato l’arrivo dei carabinieri della stazione locale, in attesa di una eventuale denuncia da parte dei familiari. Si punterà a far luce sulle cause che hanno portato la 24enne al decesso. Ecco perché nelle prossime ore potrebbe essere disposta l’autopsia sulla salma della giovane.

Le indagini

I carabinieri hanno ascoltato medici ed infermieri del pronto soccorso. Inoltre, i militari hanno acquisito l’intera documentazione clinica relativa alla 24enne Angela Brandi. Anche l’Asl Napoli 2 Nord ha avviato un’indagine interna per fare luce sull’accaduto e verificare eventuali negligenze o errori da parte del personale sanitario.

In una nota, si legge: “Al momento è emerso che la paziente è ricorsa nel pomeriggio alle cure del Pronto Soccorso, presentando epistassi, trattate dallo specialista otorinolaringoiatra per varici al setto nasale e successivamente dimessa. In serata la giovane colta da malore presso il proprio domicilio, è stata riportata in Pronto Soccorso dove è giunta in arresto cardiaco e non è stato possibile scongiurare il decesso. Si è data pronta ed immediata collaborazione all’Autorità Giudiziaria consegnando l’intera documentazione clinica richiesta e si confida negli accertamenti disposti dalla stessa per accertare le cause ed eventuali responsabilità. La Direzione Generale esprime profondo cordoglio e vicinanza ai familiari“.

Redazione L'Occhio di Napoli

Redazione L'Occhio di Napoli: comunicati stampa, notizie flash, contributi esterni del giornale

Articoli correlati

Back to top button