Cronaca

Natale senza luci a Napoli: la decisione del sindaco de Magistris

L'Amministrazione ha deciso di devolvere i fondi per le luminarie ad iniziative di carattere sociale

Il covid cambia il volto del Natale anche per la città di Napoli: i fondi destinati alle luminarie, come deciso dall’Amministrazione Comunale, verranno destinati ad iniziative solidali.

Un Natale diverso, ma certo non lontano dal suo spirito originale, che in quest’anno particolare servirà per rinfrancare i cuori di quanti stanno affontando gli aspetti più tragici della pandemia.

Napoli, fondi per le luminarie di Natale ad iniziative solidali

Sono tante le famiglie italiane che questo Natale avranno almeno una sedia vuota al tavolo della cena ma, in un anno in cui la ricorrenza più giosa lascia posto al dolore, c’è ancora una speranza. Molti Comuni, infatti, si sono attivati per dare vita ad iniziative di carattere sociale e solidale, che possano andare incontro a chi è stato più duramente colpito dalla pandemia.

L’iniziativa in vari Comuni

Molti Comuni della Campania hanno scelto, infatti, di destinare ad altri scopi i fondi che sarebbero stati spesi per le decorazioni, i fuochi d’artificio di Capodanno e le luminarie di Natale.

Monumenti illuminati

Tra questi anche il Comune di Napoli che ha scelto di illuminare un monumento, un palazzo, un luogo simbolo in ogni quartiere e di destinare le risorse per le luminarie a iniziative solidali.

Le parole del sindaco

“Le risorse che tradizionalmente abbiamo sempre destinato a luminarie e ai fuochi d’artificio a Castel dell’Ovo – ha detto il sindaco Luigi de Magistris, a Radio Crc – le useremo per realizzare iniziative solidali in tutti i quartieri. Daremo messaggi di un Natale che è soprattutto solidarietà, amore, natività: valori che sono stati un pò smarriti nel corso degli anni a causa del frenetico consumismo universale. È giusto che quest’anno ci sia un Natale all’insegna del calore familiare, umano, della sobrietà e dell’attenzione nell’utilizzare le poche risorse economiche a disposizione”.

Articoli correlati

Back to top button